Tag: hc monteprandone

L’HC al Festival della Pallamano

MONTEPRANDONE – È il Festival della Pallamano e l’Handball Club Monteprandone ci sarà. Per un’edizione, la 21esima, super.

Oltre 1.800 partecipanti, 126 squadre per 69 società coinvolte in tutta Italia. Ma soprattutto: un aumento di circa 400 tra atleti, tecnici, arbitri e addetti ai lavori per un balzo in avanti notevole a fronte delle 95 formazioni e le 54 società al via lo scorso anno. Quello che si aprirà il 2 luglio a Misano Adriatico sarà, insomma, il Festival della Pallamano più popolato degli ultimi anni.

Spicca il salto compiuto in Under 13: da 14 a 24 compagini. Ci saranno anche i ragazzi dell’HC guidata da coach Andrea Vultaggio (nella foto), inseriti nel girone C insieme a Cassano Magnago, Paese, Putignano, Grosseto e Gaeta 1931.

Queste le partite in programma: Monteprandone-Gaeta (2 luglio, ore 15.50), Cassano Magnago-Monteprandone (3 luglio, ore 8.30), Monteprandone-Putignano (3 luglio, ore 15.50), Monteprandone-Grosseto (4 luglio, ore 9.20), Paese-Monteprandone (4 luglio, ore 15).

La fase finale si disputerà venerdì 5 e sabato 6 luglio.

Pierpaolo Romandini nominato delegato regionale

MONTEPRANDONE – Pierpaolo Romandini (nella foto) torna a rivestire la carica di delegato regionale dopo circa 4 anni. Il vicepresidente dell’Handball Club Monteprandone è stato nominato in rappresentanza delle Marche dopo il Consiglio federale della FIGH che si è tenuto venerdì nella Sala Giunta di Palazzo H, sede del CONI, e ieri mattina nella sede federale dello stadio Olimpico di Roma.

In materia di attività territoriale, a seguito della decadenza dopo il periodo commissariale e dell’interim assunto dal presidente, oltre a Pierpaolo Romandini il Consiglio ha approvato le nomine dei seguenti delegati regionali: Gennaro Santoro (Basilicata, confermato), Giuseppe Pipicelli (Calabria, confermato), Luca Luciani (Campania), Marco Lo Duca (Friuli Venezia Giulia), Pierpaolo Matarazzo (Lazio), Walter Arpe (Liguria), Marco D’Angelo (Molise, confermato) e Mario Bazzanella (Trentino).

Nominati, inoltre, Laura Colonnata e Jean Claude Asnong quali delegati provinciali di La Spezia e Imperia, e Giuseppe Radin nella funzione di delegato dell’area metropolitana di Napoli. Verranno individuati in seguito, invece, i delegati di Piemonte, Valle d’Aosta e Umbria.

Stagione in archivio

San Vito Marano-HC Monteprandone 41-32

SAN VITO MARANO: Marchioro, Ochnio 16, Fabris 5, Cavedon 2, Stojanovic, Nicola Dalla Riva, Marangon, Lorenzo Dalla Riva, Barbuto 8, Martinelli, Agostini 2, Pesenti 4, Mondin, Mercante, De Marchi 4, Pietribiasi. All.: Stedile.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni 1, Mirko Salladini 2, Cancellieri 2, Di Girolamo 7, Cani, Grilli 1, Capocasa, Tritto 2, Cuzzi 2, Moreno Salladini, Cocco 8, Takacs 5, Romussi 2. All.: Vultaggio.

Arbitri: Moser e Bontadi.

NOTA: parziale primo tempo, 24-14.

SAN VITO DI LEGUZZANO (VICENZA) – Campionato agli archivi. L’Handball Club Monteprandone, che non aveva più nulla da chiedere, passa e chiude con la sconfitta di San Vito di Leguzzano. Nel Vicentino l’ultima gara della poule playoff: una sfida condotta dal San Vito Marano, che scava il solco già all’intervallo (24-14) e poi gestisce nella ripresa. L’HC fa quel che può e si congeda dalla stagione a testa alta.

Così a fine partita coach Andrea Vultaggio: “É stata un’annata lunga ed estenuante. Non potevo davvero chiedere di più ai ragazzi: sono stati fantastici per tutto il campionato, onorando al massimo anche l’ultima gara. Ma davvero, da qualche settimana, non avevamo più energie. Ringrazio tutti: la dirigenza, gli sponsor e i tifosi che in questa stagione sono stati il nostro uomo in più”.

“Adesso è tempo di sedersi con la società per parlare e capire ciò che potrà essere il futuro. Per comprendere le necessità. Sicuramente sarà d’obbligo cercare di non abbassare l’asticella. A mio parere avere obiettivi, puntare a risultati positivi e creare entusiasmo intorno alla squadra sono i punti principali attorno ai quali ogni società deve focalizzarsi se vuole migliorare e raggiungere traguardi tali da poter creare un movimento degno di questo bellissimo sport” conclude coach Vultaggio.

Qui i risultati dell’ultima giornata della poule scudetto.

Belluno-Prato 47-25, Team Mascalucia-Bologna United 30-32, San Vito Marano-HC Monteprandone 41-32.

Questa, invece, la classifica finale.

Bologna United 16, Belluno 15, San Vito Marano 13, Team Mascalucia 8, MONTEPRANDONE 5, Prato 3.

I verdetti: promosse in Serie A Silver Bologna United e Belluno.

L’ultima partita della stagione

MONTEPRANDONE – Ultimo giro di giostra. Domenica, alle 17, l’Handball Club Monteprandone sul campo del San Vito Marano. È la giornata conclusiva della poule playoff. Dopo essersi congedata dal pubblico del palazzetto di via Colle Gioioso, la società dei fratelli Roberto e Pierpaolo Romandini si congeda anche dal campionato.

Una stagione che ha comunque segnato la crescita dei verdi. Hanno potuto incamerare tanta esperienza in vista di un torneo, il prossimo, a cui si sta già guardando.

Coach Andrea Vultaggio spera di chiudere degnamente. In Veneto, a San Vito di Leguzzano, la partita numero 22 (14+8) dell’annata per l’HC.

Qui il quadro completo dell’8° turno della poule playoff.

Belluno-Prato 25/05 ore 18, Team Mascalucia-Bologna United 25/05 ore 19, San Vito Marano-Monteprandone 26/05 ore 17

Questa, invece, la classifica.

Bologna United 14 punti, Belluno 13, San Vito Marano 11, Team Mascalucia 8, MONTEPRANDONE 5, Prato 3.

Applausi per l’ultima al Colle

HC Monteprandone-Belluno 32-43

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini 1, Cancellieri, Di Girolamo 6, Cani, Grilli 1, Capocasa, Tritto 1, Cuzzi 3, Moreno Salladini 9, Cocco 5, Takacs 2, Romussi 4, Cela. All.: Vultaggio.

BELLUNO: Rossa, Bogo 1, Cimbro, Anton Katic 10, Tocchetto, Francescon, Marini 2, Stefan Manojolovic, Pivetta 2, Ivo Katic 15, Nebojsa Manojolovic 11, Argentin 2. All.: D’Ambros.

Arbitri: Fasano e Lorusso.

NOTA: parziale primo tempo, 17-19.

MONTEPRANDONE – Comunque applausi, tanti, per l’ultima uscita al palas di via Colle Gioioso dell’Handball Club Monteprandone, che tiene testa per oltre un tempo alla corazzata Belluno.

Davanti al pubblico amico sipario con il secondo inciampo stagionale, ma i ragazzi di coach Andrea Vultaggio disputano una prima frazione di buon livello, andando al riposo sotto di due gol (17-19). Nella ripresa viene fuori tutta la differenza di caratura tra le contendenti per il 32-43 finale.

Domenica 26 maggio (alle 17) ultima fatica della poule playoff per l’HC, sul campo del San Vito Marano.

Intanto, il dirigente Fabio Poletti commenta: “È stato un campionato difficile, con rivali di alto livello. Siamo soddisfatti, il bilancio è molto positivo per quanto ci riguarda. Stiamo già lavorando per il prossimo anno, per ripetere una stagione ai vertici. Cercheremo di costruire una squadra in questa ottica. Infine un grazie al nostro pubblico che ci ha sempre sostenuto”.

Di seguito i risultati della penultima giornata della poule playoff di Serie A Bronze.

Prato-Team Mascalucia 28-31, Monteprandone-Belluno 32-43, Bologna United-San Vito Marano 28-26.

Qui infine la classifica.

Bologna United 14 punti, Belluno 13, San Vito Marano 11, Team Mascalucia 8, MONTEPRANDONE 5, Prato 3.

Il congedo dal Colle Gioioso

MONTEPRANDONE – È il saluto al pubblico di casa. È il congedo dal palazzetto di via Colle Gioioso, dopo 7 mesi. Sabato alle 17.30 per l’Handball Club Monteprandone penultimo impegno in campionato (poule playoff), l’ultimo in casa. L’avversario è la vicecapolista Belluno.

Per gli uomini di coach Andrea Vultaggio, reduci dal primo successo nella seconda fase della stagione (proprio al Colle, contro Prato il 4 maggio), esame severissimo. Sfumato il sogno promozione, l’obiettivo dell’HC è regalare un’ultima soddisfazione ai propri tifosi e far fare ancora un po’ di esperienza alla squadra. 

Al solito l’ingresso al palas di via Colle Gioioso è gratuito.

Qui il quadro della 7a giornata della poule playoff.

Prato-Team Mascalucia 18/05 ore 15

Monteprandone-Belluno 18/05 ore 17.30

Bologna United-San Vito Marano 18/05 ore 20.30.

Di seguito, invece, la classifica.

Bologna United 12 punti, Belluno 11, San Vito Marano 11, Team Mascalucia 6, MONTEPRANDONE 5, Prato 3.

Prima vittoria nei playoff

HC Monteprandone-Prato 33-30

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 4, Cancellieri, Di Girolamo 2, Cani, Grilli 6, Capocasa, Tritto 2, Cuzzi 4, Moreno Salladini 5, Cocco 6, Takacs 4, Romussi, Petroni. All.: Vultaggio.

PRATO: Messeri, Liccese 5, Francalanci 1, Scrivo, Panzani, Balò 1, Pukri 2, Moretti, Andrea Fratini 5, Colò, Pozzi 3, Jelassi 4, Alberto Fratini 5, Mocellin 4, Dentico. All.: Di Vita.

Arbitri: Rinaldi e Nicolella.

NOTA: parziale primo tempo, 19-20.

MONTEPRANDONE – L’Handball Club Monteprandone interrompe la striscia di quattro sconfitte consecutive e riconquista il palas di via Colle Gioioso. Davanti al proprio pubblico i verdi superano Prato 33-30, centrando il primo successo dei playoff.

Partita combattuta nel primo tempo. In campo c’è anche, per la seconda volta consecutiva, il classe 2007 Tritto, che ha figurerà. Clima nervoso per qualche scoria della gara di andata: comportamento ai limiti del regolamento, spesso provocatorio, per gli ospiti. Nella ripresa però l’HC dimostra di essere nettamente superiore e il 19-20 con cui si va al riposo, diventa nel finale 33-30 (ma in alcuni momenti i verdi toccano anche il +6). Coach Vultaggio, grazie pure alle parate di Mucci, dà spazio a chi di solito gioca meno. Buone le prove dei 2007 Mirko Salladini e Vagnoni.

Ora campionato in pausa: si torna in campo il 18 maggio (alle 17.30) e Monteprandone resta al Colle Gioioso per sfidare la vice capolista Belluno.

Qui la classifica dei playoff.

Bologna United 12 punti, Belluno 11, San Vito Marano 11, Team Mascalucia 6, MONTEPRANDONE 5, Prato 3.

Al Colle Gioioso arriva Prato

MONTEPRANDONE – Terzultimo impegno della stagione (nella poule playoff) per l’Handball Club Monteprandone. I verdi sabato, alle 18, tornano al palas di via Colle Gioioso per sfidare Prato, appaiata in coda alla classifica a quota 3.

La squadra di coach Andrea Vultaggio, al completo, vuole ripartire dopo quattro sconfitte consecutive. L’obiettivo è quello dichiarato dall’allenatore dell’HC dopo lo scivolone di Bologna: chiudere al meglio una stagione comunque da ricordare, magari regalando due vittorie nell’ultimo paio di impegni davanti al proprio pubblico.

Al solito l’ingresso al Colle Gioioso sarà gratuito.

Sconfitta con onore a Bologna

Bologna United-HC Monteprandone 34-29

BOLOGNA: Sidibe 2, Drudi 8, Pagano 7, Gorchs 1, Barbieri, Ben Hadj Ali 1, Ben Henia, Badiali Diaz, Cavalera 5, Ragazzoni, Vita Finzi, Segapeli 5, Rossi 5, Ciacco, Norfo, Dall’Olio. All.: Di Matteo.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Evangelista, Cancellieri 1, Di Girolamo 2, Cani, Grilli 7, Capocasa, Tritto 2, Cuzzi 2, Salladini, Cocco 6, Takacs 6, Romussi 3, Petroni, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Marcelli e Morelli.

NOTA: parziale primo tempo, 17-14.

BOLOGNA – L’Handball Club Monteprandone non riesce a ripartire. Ma a Bologna, sul campo dello United, gioca alla pari per tutta la partita. E anzi per lunghi tratti si fa preferire alla capolista. L’epilogo è il quarto ko filato nella poule playoff.

Nel primo tempo i verdi si illudono, portandosi anche a +3. Ma troppi alti e bassi e si va al riposo coi padroni di casa avanti 17-14. Nella ripresa Monteprandone ritrova il pari, poi subisce il break che consente a Bologna di scappare a +2. È lo strappo decisivo.

“Il risultato finale probabilmente ci punisce oltremodo rispetto a quanto espresso sul campo” commenta coach Andrea Vultaggio. “Ora l’obiettivo è migliorare la nostra posizione in classifica, provando a regalare due vittorie al nostro pubblico nelle ultime due gare casalinghe della stagione”.

Si torna al palas di via Colle Gioioso sabato prossimo, alle 18, contro Prato.

Questa la classifica della poule playoff.

Bologna United 11 punti, Belluno 10, San Vito Marano 10, Team Mascalucia 5, Prato 3, MONTEPRANDONE 3.

Trasferta a Bologna

MONTEPRANDONE – Svanito il sogno promozione l’Handball Club Monteprandone si prepara ad affrontare le ultime quattro partite della pool playoff. Sabato alle 20.30 tappa a Bologna, contro lo United. Proprio i felsinei il mese scorso battezzarono la seconda fase della stagione: al Colle Gioioso fu 30-30.

Stavolta si gioca in Emilia e i verdi coach Andrea Vultaggio hanno voglia di chiudere un’annata che li ha visti comunque protagonisti. Reduce da tre sconfitte filate, compito arduo a Bologna contro la capolista. Coach Vultaggio avrà comunque modo di far fare esperienza ai suoi in vista del prossimo anno. La società è già al lavoro per ripartire più forte di prima.

Qui il quadro della prima giornata di ritorno della pool playoff.

Team Mascalucia-Belluno (27/04 ore 18.15), Bologna United-HC Monteprandone (27/04 ore 20.30), Prato-San Vito Marano (28/04 ore 17).

Qui invece la classifica.

Bologna United 9 punti, Belluno 8, San Vito Marano 8, Team Mascalucia 5, Prato 3, MONTEPRANDONE 3.

Si torna al Colle Gioioso

MONTEPRANDONE – Quarta giornata della pool playoff, l’Handball Club Monteprandone vuole tornare a far punti dopo il doppio inciampo rimediato in trasferta, a Prato e Belluno. Sabato (alle 17) si torna al palazzetto di via Colle Gioioso per sfidare San Vito Marano.

Davanti al proprio pubblico la squadra di coach Andrea Vultaggio ha fatto benissimo durante la stagione regolare, vincendo tutte e sette le partite. Bene anche nella prima in casa (e finora unica) dei playoff, quando i verdi hanno messo paura al Bologna United, costringendolo al pareggio.

Adesso il San Vito Marano, che ha chiuso il girone A al primo posto e nella coda stagionale, finora, ha collezionato due successi e una sconfitta. Insomma altro esame tosto per Monteprandone, ma le speranze di raggiungere uno dei due posti utili per la promozione passano attraverso un risultato positivo da conseguire sabato. Ecco perché, dopo il ko di Belluno, coach Vultaggio si è appellato ai tifosi verdi, particolarmente numerosi e calorosi nelle ultime uscite.

Al solito l’ingresso al Colle Gioioso sarà gratuito.

L’HC sconfitta in Veneto

Belluno-HC Monteprandone 47-33

BELLUNO: Rossa, Azzalini, Luisetto, Balcon 2, Cimbro 5, Anton Katic 4, Tocchetto 2, Lotto, Marini, Manojlovic 1, Lorenzo Piccin, Pivetta 7, Ivo Katic 6, Andrea Piccin, Vojinovic 9, Argentin 11. All.: D’Ambros.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Evangelista 2, Cancellieri 4, Di Girolamo 1, Cani, Grilli 4, Capocasa, Tritto 4, Cuzzi 2, Salladini 5, Cocco 4, Takacs 5, Romussi 1, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Ricciardi e Stella.

NOTA: parziale primo tempo, 21-15.

BELLUNO – C’è la seconda sconfitta consecutiva nella pool playoff per l’Handball Club Monteprandone. Ma anche stavolta ben poco da imputare ai verdi: a Belluno sfida a una delle grandi squadre del torneo. Tra i veneti, infatti, giocatori del calibro dei gemelli Ivo e Anton Katic, il gigante Manojlovic tra i pali, l’ex Parma Vojnovic (secondo miglior marcatore della Serie A Bronze, con 32 gol) e i due ex nazionali Pivetta e Argentin.

L’HC gioca alla pari gran parte del primo tempo, poi, complice un calo di tensione, prima dell’intervallo Belluno guadagna qualcosa (21-15) e da lì scava un margine ancora più profondo. Monteprandone dà comunque spazio all’intera rosa.

“Onestamente ai ragazzi ho poco da rimproverare” commenta alla fine coach Andrea Vultaggio. “Abbiamo sicuramente disputato una gara migliore rispetto a quella di Prato. Nel secondo tempo sono emersi i reali valori in campo. I nostri avversari si sono mostrati un gradino più in alto di noi. Siamo ancora molto giovani e inesperti”.

Sempre Vultaggio: “Non deve ingannare il punteggio. Nel finale ho dato spazio a tutti: sono molto soddisfatto, chi di solito va in panchina, e comunque si impegna duramente durante la settimana, ha potuto fare esperienza. Adesso dobbiamo subito voltare pagina. Sabato ci aspetta un altro avversario tosto”. Sabato alle 17, al palazzetto di via Colle Gioioso, ecco il San Vito Marano. “Avremo l’occasione di mantenere le speranze di raggiungere uno dei due posti utili per la promozione. Ma avremo bisogno di tutto il sostegno del nostro caloroso pubblico, che tanto ci ha aiutato durante la stagione regolare” conclude coach Vultaggio.

Questa la classifica della poule playoff.

Bologna United 7 punti, Belluno 6, San Vito Marano 6, Team Mascalucia 5, Prato 3, MONTEPRANDONE 3.

Tappa a Belluno

MONTEPRANDONE – Terza tappa playoff. Complicata anche questa. L’Handball Club Monteprandone prepara un altro viaggio, stavolta ancora più lungo: a Belluno.

Reduci dal ko di Prato, i verdi di coach Andrea Vultaggio vogliono provare a ripartire. Serve un’impresa contro una rivale che nella stagione regolare (conclusa al secondo posto nel girone A di Serie A Bronze) in casa propria ha lasciato le briciole agli avversari: per i veneti, infatti, rendimento interno da sette vittorie su otto. Non solo. Con Belluno giocatori della portata del portiere Manojlovic e del terzino ex Parma Vojnovic. Insomma, il prossimo avversario è uno squadrone. Per dire che sabato alle 18 servirà la migliore versione dell’HC per tentare di uscire indenni dalla Spes Arena.

Semaforo rosso a Prato

Prato-HC Monteprandone 32-29

PRATO: Messeri, Liccese 9, Francalanci, Scrivo 1, Panzani, Balò 3, Ciabatti, Pukri 2, Moretti, Andrea Fratini 9, Colò, Pozzi 3, Jelassi, Alberto Fratini 1, Mocellin 4, Dentico. All.: Di Vita.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 1, Cancellieri 1, Di Girolamo 1, Cani, Grilli 6, Capocasa, Tritto, Cuzzi 5, Moreno Salladini 3, Cocco 9, Takacs 3, Romussi, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Kurti e Lazzari.

NOTA: parziale primo tempo, 18-13.

PRATO – Un tempo, il primo, regalato. L’Handball Club Monteprandone non riesce più a risalire e incassa il primo stop della poule playoff. A Prato finisce 32-29 per i toscani, dopo il 18-13 all’intervallo.

Era una tappa importante, coi rivali ancora senza punti. I verdi hanno avuto il torto, nel lato A della sfida, di cedere al nervosismo, cadendo spesso nelle provocazioni dei padroni di casa. Il resto lo hanno fatto le prestazioni sottotono di alcune pedine e una conduzione di gara discutibile da parte degli arbitri Kurti e Lazzari.

Se non altro si è rivisto in campo Cancellieri, che ha dato segnali di crescita incoraggianti in vista dei prossimi impegni. Nella ripresa, poi, con l’ingresso in porta di Cela l’HC ha ripreso un po’ di vigore grazie alle sue parata: non è bastato per riprendere Prato.

Coach Andrea Vultaggio commenta: “Abbiamo fatto una brutta partita purtroppo, non siamo stati all’altezza dell’occasione che avevamo. Faccio i complimenti agli avversari che sicuramente daranno filo da torcere a tutti in casa, però noi abbiamo regalato un tempo. Troppo distratti e frettolosi, non siamo stati in grado di esprimere il nostro consueto livello di gioco”.

“Nel secondo tempo abbiamo reagito, siamo stati più attenti, ma ancora verso la fine siamo incappati in quei momenti di ansia che ogni tanto ci caratterizzano, sprecando troppo velocemente palloni in avanti e regalando gol semplici in difesa. Purtroppo non sempre si riesce a fare la partita che si prepara durante la settimana, anche per merito della squadra avversaria che ti rovina i piani” dice ancora Vultaggio.

Sabato alle 18 gara in casa di Belluno. “Non ci resta che tornare umili. Sarà una trasferta proibitiva, ma sono sicuro che con un po’ di attenzione in più potremo fare bella figura e chi lo sa, magari strappare un risultato a sorpresa al cospetto di quella che considero la vera e propria corazzata del girone con campioni fuori categoria come il portiere Manojlovic e il terzino ex Parma Vojnovic”.

Questa la classifica della poule scudetto (le partecipanti hanno ereditato i punti ottenuti negli scontri diretti della stagione regolare).

Bologna United 7 punti, Team Mascalucia 4, San Vito Marano 4, Belluno 4, MONTEPRANDONE 3, Prato 2.

L’HC sul campo del Prato

MONTEPRANDONE – Messa alle spalle la Pasqua, l’Handball Club Monteprandone torna in campo. Domenica, alle 18.30, sfida sul campo del Prato.

I verdi di coach Andrea Vultaggio, reduci dall’esordio casalingo del 23 marzo scorso, contro una delle favorite della poule playoff, vale a dire il Bologna United, si prepara ad affrontare un altro avversario ostico. Specie tra le mura amiche. Non solo: in settimana Monteprandone ha lavorato a ranghi ridotti, per via dell’influenza. Insomma, la tappa toscana si preannuncia complicata. Ma l’HC anche stavolta proverà a fare il massimo.

Qui il quadro della seconda giornata della poule playoff.

Team Mascalucia-San Vito Marano (sabato ore 17)

Bologna United-Belluno (sabato ore 20.30)

Prato-HC Monteprandone (domenica ore 18.30)

Questa invece la classifica.

Bologna United 5 punti, San Vito Marano 4, Belluno 4, HC Monteprandone 3, Team Mascalucia 2, Prato 0.

L’HC mette paura al Bologna United

HC Monteprandone-Bologna United 30-30

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 3, Cancellieri, Di Girolamo 3, Cani, Grilli 7, Capocasa, Tritto, Cuzzi 3, Moreno Salladini 1, Cocco 10, Takacs 2, Romussi 1, Cela. All.: Vultaggio.

BOLOGNA UNITED: Sidibe 3, Drudi 11, Pagano 5, Gorchs 3, Barbieri, Ben Hadj, Badiali, Ragazzoni 1, Vita, Segapeli 1, Rossi 6, Ciacco, Ben Henia, Norfo, Dall’Olio. All.: Di Matteo.

Arbitri: Limido e Donnini.

NOTA: parziale primo tempo 15-15.

MONTEPRANDONE – L’Handball Club Monteprandone inaugura la poule playoff con un pareggio. Al Colle Gioioso la strafavorita Bologna United è costretta al 30-30. Dopo una partita tiratissima, coi padroni di casa che all’ultimissimo sprecano un tiro franco: sarebbe stato il punto del successo.

Ma può andar bene così. La prestazione dei verdi, ancora una volta spinti da un Colle Gioioso caldissimo, è da incorniciare. Al culmine di una sfida molto equilibrata (un gol al minuto). La trama: avvio tirato, con gli ospiti molto bene in difesa, ma Monteprandone ha ritmo, è intensa, risponde colpo su colpo e dietro tiene. Si va al riposo sul 15-15.

Nella ripresa marchigiani molto carichi, dopo sette minuti scappano a +5 (21-16). Bologna non molla, pareggia e dopo la metà di frazione contro-sorpassa a + 3 (23-26). Qui Monteprandone ha il merito di non disunirsi. Di restare attaccato alla gara. E negli ultimi quattro minuti risale. Il 30-30 a 60 secondi dalla fine. Quindi, prima della sirena, l’occasione per inaugurare col botto la seconda parte di stagione. Sono comunque applausi. E sorrisi.

“Grande partita. Per lunghi tratti abbiamo fatto veramente bene, siamo stati preponderanti sia atleticamente che tatticamente” commenta coach Andrea Vultaggio. “Nonostante il pareggio lasci un po’ di amaro in bocca, va ricordato che avevamo di fronte una vera e propria corazzata. I ragazzi sono stati quasi perfetti e alla fine non intaschiamo tutta la posta in palio solo per via di alcuni dettagli e del grande valore dei nostri avversari”. “Dobbiamo essere felici per il livello raggiunto, abbiamo dimostrato che in casa possiamo mettere in grossa difficoltà qualsiasi avversario. Adesso il nostro obiettivo è quello di cercare di portare via qualche punto da Prato alla ripresa, il 7 aprile, e poi giocarci il tutto per tutto nelle successive due gare casalinghe con Belluno e San Vito” conclude Vultaggio.

Questa la classifica della poule scudetto (le partecipanti hanno ereditato i punti ottenuti negli scontri diretti della stagione regolare).

Bologna United 5 punti, San Vito Marano 4, Belluno 4, MONTEPRANDONE 3, Team Mascalucia 2, Prato 0.

Scatta la poule playoff

MONTEPRANDONE – Due posti per la Serie A Silver. Scatta un altro campionato, al via la poule playoff (sei squadre in lizza: le prime due dei tre raggruppamenti, si gioca fino al 25 maggio). L’Handball Club Monteprandone, che il 9 marzo ha chiuso la stagione regolare al secondo posto del girone C, superando Noci, sabato alle 18.30 riparte proprio dal palazzetto di via Colle Gioioso. Stavolta l’avversario è il Bologna United, arrivato primo nel gruppo B.

“Adesso inizia la seconda tappa del nostro campionato. Sicuramente il livello delle avversarie è molto più alto” sottolinea il coach dei verdi, Andrea Vultaggio. “Proveremo a fare il meglio, una partita alla volta. Bologna, insieme a Belluno e San Vito (Team Mascalucia e Prato le altre in gara), è una delle favorite per i due posti che portano in Silver. Il loro organico è attrezzato anche con giocatori di categoria superiore e per noi confrontarci con una squadra così forte è motivo di grande entusiasmo. Ci impegneremo al massimo per non sfigurare”.

L’ingresso al Colle Gioioso, al solito, sarà gratuito. “Ne approfitto per fare appello al nostro fantastico pubblico affinché ci possa aiutare come ha fatto nelle gare precedenti” conclude coach Vultaggio.

L’HC ai playoff

HC Monteprandone-Noci 31-24

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 2, Cancellieri, Di Girolamo 5, Cani, Grilli 4, Capocasa, Tritto, Cuzzi 4, Moreno Salladini 2, Cocco 8, Takacs 4, Romussi 2, Cela. All.: Vultaggio.

NOCI: Giannini, Bucco 4, Tinelli, Raimondi 5, Parisi 1, Labate 2, Pignataro 2, De Luca, Laterza 1, Laera 3, Losavio 2, Montalto 4, Ignazzi. All.: Iaia.

Arbitri:

NOTA: parziale primo tempo, 15-12.

MONTEPRANDONE – Festa HC. Missione compiuta: Monteprandone è ai playoff di Serie A Bronze. Noci battuta 31-24 al palazzetto di via Colle Gioioso, davanti a un pubblico mai così numeroso.

I verdi staccano uno dei due biglietti disponibili per la seconda fase della stagione (l’altro va al Team Mascalucia, che chiude al primo posto grazie alla migliore differenza reti negli scontri diretti), e lo fa con autorità. Se all’intervallo il vantaggio non è ancora rassicurante (15-12), nella ripresa HC anche a +10 e negli spogliatoi sopra di 7 (31-24).

Alla fine coach Andrea Vultaggio si complimenta con la sua squadra: “Ogni merito va ai ragazzi. Sono stati quasi perfetti e nonostante avessimo a disposizione anche la sconfitta con uno scarto minimo, hanno recepito che bisognava vincere e farlo con ampio margine di sicurezza. Nel secondo tempo abbiamo raggiunto +10 e questo deve essere motivo di grande soddisfazione per tutti perché arrivare all’ultima partita ed essere costretti a vincere non è mai una cosa semplice. Un plauso anche a Noci. Una squadra che guidata da un ottimo tecnico, ha saputo mettere dietro nonostante le difficoltà squadre molto più attrezzate e ora costretta da un regolamento veramente inadeguato e fuori dal mondo a fare i playout salvezza, a dispetto di un campionato da terza in classifica”.

E ancora, sempre Vultaggio: “Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo principale, la salvezza diretta e l’approdo alla seconda fase che deciderà chi verrà promosso in Serie A Silver. Adesso per noi inizia un nuovo campionato, fatto di partite tutte difficilissime che sicuramente accresceranno il nostro bagaglio tecnico e di esperienza. Ogni gara sarà per noi una finale e un banco di prova, faremo il meglio che potremo e alla fine tireremo le somme di questa incredibile e inaspettata avventura”.

Coach Vultaggio chiude così: “Un ringraziamento anche al nostro pubblico che ha riempito il palazzetto: il nostro ottavo uomo in campo. Spero di rivederli presto anche per le prossime partite e mi auguro che la mia squadra possa piano piano portare questo sport nel cuore di tutti”.

E dunque per l’HC scatta la poule playoff, dal 23 marzo al 25 maggio. Sei squadre, prime e seconde dei tre gironi: insieme ad HC e Mascalucia, Bologna, Prato, Belluno e San Vito Marano. Percorso articolo con gare di andata\ritorno e conservando risultati e punti già acquisiti negli scontri diretti tra le due formazioni provenienti dallo stesso girone della fase regolare. Otterranno la promozione in Serie A Silver le formazioni classificate al primo e al secondo posto della poule.

Per l’HC esordio il 23 marzo al Colle Gioioso contro Bologna (ritorno in Emilia il 27 aprile). E poi: il 6 aprile impegno a Prato (4 maggio), il 13 sul campo del Belluno (18 maggio) e il 20 in casa col San Vito Marano (25 maggio).

Sipario sulla stagione regolare

MONTEPRANDONE – È la resa dei conti. Ultima partita della stagione regolare per l’Handball Club Monteprandone, sabato alle 18.30. E posti playoff, due, da assegnare.

Finale palpitante nel girone C di Serie A Bronze. I verdi, di nuovo primi in classifica insieme al Team Mascalucia (a quota 20) dopo il successo nell’ultimo turno ad Altamura, ospiteranno Noci, due punti sotto (18). Mascalucia, invece, riceverà la visita di Pescara. Tre squadre in lizza, insomma: una si fermerà nel fine settimana, non partecipando alla seconda fase della stagione al via il 23 marzo. Per Monteprandone sarebbe il coronamento di un campionato vissuto da protagonista dall’inizio alla fine.

HC al completo in vista del match di sabato. Coach Andrea Vultaggio sta lavorando duro per mantenere alta la concentrazione.

Arbitrano Della Maggiora e Nocentini. Al solito al palazzetto di via Colle Gioioso l’ingresso sarà gratuito.

Qui il quadro completo dell’ultimo atto della regular season.

Chieti-Il Giovinetto 09/03 ore 15

Team Mascalucia-Pescara 09/03 ore 16.30

HC Monteprandone-Noci 09/03 ore 18.30

Gaeta-Altamura 10/03 ore 18

Missione compiuta

Altamura-HC Monteprandone 24-34

ALTAMURA: Fiore, Tortorelli 3, Cavallo 1, Chironna, Lanzolla 7, Locapo, Simone 3, Scida, Berloco, Zaccaria, Sina, Nuzzolese, Loporcaro 3, Popolizio 6, Laurieri, Ferrulli 1. All.: Pepe.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 2, Cancellieri, Di Girolamo 3, Cani, Grilli 2, Capocasa, Tritto, Cuzzi 3, Moreno Salladini 3, Cocco 9, Takacs 3, Romussi 9, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Verardi e Bevilacqua.

NOTA: parziale primo tempo, 13-23.

ALTAMURA – Il ritorno alla vittoria e in vetta alla classifica, anche se poi sarà l’ultima partita della stagione regolare a decretare i verdetti in vista della seconda fase del campionato: i playoff.

L’Handball Club Monteprandone fa il suo dovere, sbancando il campo dell’ultima squadra del girone C di Serie A Bronze, Altamura (34-24), mentre il Team Mascalucia, vittorioso nel turno precedente in Sicilia, inciampa a Noci (34-27). E allora riecco la coppia capolista, a quota 20.

Partita sempre in controllo in Puglia, per i ragazzi di coach Andrea Vultaggio, che tengono sempre a debita distanza i padroni di casa. Il +10 all’intervallo viene replicato a fine gare.

Profili bassissimo per coach Vultaggio: “Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, riuscendo ad allungare già dal primo tempo e gestendo in maniera lucida il resto della gara. Questo ci ha permesso di dare spazio anche a chi solitamente gioca meno. I ragazzi si sono fatti trovare subito pronti ed è sicuramente un segnale positivo per tutto il gruppo. Da lunedì saremo già a lavoro a testa bassa, in vista dell’ultima gara casalinga della stagione regolare contro Noci”, ospite al Colle Gioioso sabato alle 18.30.

Ecco. Appassionante ultima giornata con Monteprandone (20 punti), Team Mascalucia (20, riceverà Pescara) e proprio Noci (18) a contendersi i due posti per la post season al via il 23 marzo. Insomma: finale emozionantissimo e HC che vuole mantenere alta la concentrazione.

Operazione riscatto

MONTEPRANDONE – Lavare via il terzo ko in campionato. Il più doloroso. L’Handball Club Monteprandone sabato sarà ad Altamura, per la seconda trasferta consecutiva, e proverà a rialzarsi dopo la pesante sconfitta di Mascalucia (41-20): stop che ha fatto scivolare i verdi al secondo posto, a meno 2 dal gradino più alto del podio, e lasciato ai siciliani la vetta solitaria nel girone C di Serie A Bronze.

Coach Andrea Vultaggio ha lavorato fin da subito per far dimenticare la giornataccia catanese ai suoi ragazzi. E allora sotto con la penultima tappa della stagione regolare. Altamura fanalino di coda, un solo successo, 11 sconfitte, ma l’HC non può permettersi di sottovalutare nessuno in questo momento. No, massima concentrazione. Sabato (il via alle 19.30) Monteprandone vuole ripartire.

Qui il quadro completo della 6a giornata di ritorno.

Il Giovinetto-Gaeta (02/03 ore 15)

Noci-Mascalucia (02/03 ore 19)

Altamura-HC Monteprandone (02/03 ore 19.30)

Pescara-Chieti (03/03 ore 15.30)

Batosta siciliana

Team Mascalucia-HC Monteprandone 41-20

TEAM MASCALUCIA: Torrisi, Bianchi 5, Squillaci 1, Consoli 7, Costanzo 3, Xhetani 4, Aiello 1, Mirotta, Bandiera 2, Quattrocchi 6, Barbagallo 4, Battiato 4, Giuffrida, Villani, Cardullo 4. Stramondo. All.: Randis.

MONTEPRANDONE: Mucci, Evangelista, Cancellieri 1, Di Girolamo, Cani, Grilli 3, Capocasa, Cuzzi 2, Moreno Salladini 7, Cocco 2, Takacs 5, Romussi, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Manuele e Pollaci.

NOTA: parziale primo tempo, 17-9.

MASCALUCIA (CATANIA) – Dimenticare, dimenticare in fretta. Nel faccia a faccia tra prime, l’Handball Club Monteprandone esce con le ossa rotte. A Mascalucia, in Sicilia, ecco la terza sconfitta stagionale, la più pesante, la seconda del 2024. Passivo pesantissimo, 41-20, con il solco già scavato nella prima frazione di gioco (17-9).

Una prestazione, quella dell’HC, in cui poco o nulla ha funzionato. Giornata no dei portieri, poco coraggio e scarsa lucidità in attacco. Ancora: tanti errori e qualche palla persa di troppo. La sintesi è il pomeriggio nerissimo nel Catanese. E Monteprandone scivola al secondo posto in classifica, a meno due dal Mascalucia, padrone del girone C di Serie A Bronze a quota 20.

Alla fine coach Andrea Vultaggio è al solito molto schietto: “Come spesso accade dopo una grande partita (contro Chieti, ndr) è sempre difficile tenere alta l’asticella. Abbiamo fatto la peggiore prestazione degli ultimi anni. Non c’è nessuna scusante ed è anche difficile fare un commento quando si gioca così male. L’unica cosa che riesco a fare sono i complimenti agli avversari che ci hanno creduto più di noi e che sicuramente in casa sono un’altra squadra. Ma il fatto che loro non abbiano mai vinto con un parziale così ampio, la dice lunga sulla nostra giornata nera”.

“Ai miei ragazzi dico solo una cosa: si raccoglie sempre ciò che si semina. Adesso dovranno dimostrare a tutti che quella di oggi è stata solo una brutta giornata” passa e chiude Vultaggio. Prossima tappa, la penultima della stagione regolare, sempre in trasferta: sabato 2 marzo esame sul parquet dell’Altamura (alle 19.30).

HC in Sicilia per la partitissima

MONTEPRANDONE – La partitissima. Si sfidano le due squadre prime in classifica. L’Handball Club Monteprandone sul campo del Team Mascalucia. La tappa siciliana, sabato alle 16.30, è la terzultima della stagione regolare.

I numeri delle formazioni regine del girone C di Serie A Bronze: nove vittorie e due sconfitte a testa, 355 gol fatti per i catanesi e 310 per Monteprandone, 309 reti subite dai padroni di casa, 276 dai verdi.

Esame severissimo per gli uomini di coach Andrea Vultaggio: Mascalucia ha vinto tutte e cinque le partite casalinghe. All’andata, a inizio dicembre, al palazzetto di via Colle Gioioso fu successo marchigiano di misura (28-27). “Nonostante quella vittoria loro restano i grandi favoriti per la sfida di sabato e il successo in campionato: una squadra completa, tecnicamente forte, veloce ed esperta. Non solo. Dopo un lungo viaggio troveremo un campo e un clima difficili. Cercheremo comunque di continuare sulla scia della buona prova casalinga contro Chieti. Proveremo a fare del nostro meglio per rendere loro la vita difficile” conclude coach Vultaggio.

Sabato in Sicilia arbitrano M. Manuele e Pollaci.

Nona vittoria stagionale

HC Monteprandone-Chieti 36-31

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista 7, Cancellieri, Di Girolamo 3, Cani, Grilli 7, Capocasa, Tritto, Cuzzi 4, Moreno Salladini 5, Cocco 5, Takacs 5, Romussi, Cela. All.: Vultaggio.

CHIETI: Bida 4, Pidsosonnyi 4, Gjini 2, Giampietro 4, Santoleri, Candelo, Scaringi, Di Brigida 1, Faieta, Vaveliuk, Orlando, Vera 10, Di Mascio 6. All.: Savini.

Arbitri: Palomba e P. Lorusso.

NOTA: parziale primo tempo, 21-14.

MONTEPRANDONE – L’Handball Club Monteprandone ottiene la vittoria stagionale numero 9, la terza consecutiva. E resta in testa alla classifica del girone C di Serie A Bronze, proseguendo il duello con il Team Mascalucia, appaiata ai verdi a quota 18. Al Colle Gioioso, contro Chieti, partita in controllo per i marchigiani, capaci di tenere sempre a distanza di sicurezza i rivali.

“Oggi è stata una delle nostre migliori prestazioni” commenta infatti alla fine coach Andrea Vultaggio. “Abbiamo fatto una gran difesa nel primo tempo, tenuto un ritmo molto alto con un margine di vantaggio sempre rassicurante. Nel secondo tempo fisiologicamente c’è stato un leggero calo, ma siamo stati anche sul +8 e questo indica che comunque la gara è stata sempre sotto controllo. Meritano i complimenti anche gli avversari, che nella metà del secondo tempo ci hanno impegnato fino ad avvicinarsi al meno 3, ma fortunatamente in quel frangente siamo stati molto bravi a reagire e tornare subito sopra con un punteggio più ampio”.

“Devo dire che quest’anno Chieti è stata una formazione sempre difficile da affrontare e sono certo che sapranno subito ritornare alla vittoria perché valgono qualcosa in più della classifica che occupano”.

Finale con un occhio al prossimo impegno. “Siamo attesi dalla trasferta più difficile della stagione, quella di Mascalucia (sabato alle 16.30, ndr), loro ovviamente partono da grandi favoriti perché giocano in casa dove non hanno mai perso. Noi proveremo a fare la nostra gara consapevoli che comunque vada il traguardo resta a portata di mano e il nostro obiettivo sarà quindi quello di uscire dal campo a testa alta e senza rimpianti” conclude coach Vultaggio.

Arriva Chieti al Colle Gioioso

MONTEPRANDONE – Vietato fermarsi. È il comandamento dell’Handball Club Monteprandone, a quattro giri dalla conclusione della stagione regolare. Dopo il successo di Gaeta, il secondo filato, l’ottavo in campionato, i verdi, al comando della classifica del girone C di Serie A Bronze insieme al Team Mascalucia, tornano al palas di via Colle Gioioso: sabato alle 18.30 sarà ospite Chieti, reduce dalla sconfitta interna (26-28) proprio contro l’altra capolista.

Teatini quarti, 6 punti sotto, ma all’andata fu sfida tiratissima. Ne uscì il primo colpo esterno per Monteprandone. Adesso il secondo atto e per la squadra di coach Andrea Vultaggio un’altra settimana trascorsa a gestire qualche influenzato. Al solito all’HC servirà massima concentrazione per proseguire la cavalcata.

Sabato arbitrano Palomba e P. Lorusso. Al Colle Gioioso ingresso gratuito.

Qui il quadro completo della 4a giornata di ritorno.

Pescara-Il Giovinetto 17/02 ore 15

Monteprandone-Chieti 17/02 ore 18.30

Noci-Gaeta 17/02 ore 19

Team Mascalucia-Altamura 17/02 ore 19.30

Successo in rimonta

Polisportiva Gaeta-HC Monteprandone 17-25

GAETA: Clima, Prosdocimo, Macone 1, Fiorenzano 1, Tallini, Usai, Nocella, Golinelli 4, Silva 1, Carbone, Tavoletta, Della Valle, Pantanella 6, Uttaro 4, Monti, D’Ovidio. All.: Viola.

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelista, Cancellieri 1, Di Girolamo 2, Cani 1, Grilli, Capocasa, Tritto, Cuzzi 5, Moreno Salladini 3, Cocco 7, Takacs 2, Romussi 4, Cela. All.: Vultaggio.

Arbitri: Formisano e Sarno.

NOTA: parziale primo tempo, 13-11.

MONTEPRANDONE – La vittoria numero 8 per l’Handball Club Monteprandone, che resta in vetta alla classifica del girone C di Serie A Bronze, a braccetto con il Team Mascalucia.

A Gaeta, contro il vice fanalino di coda del campionato, partita dai due volti: capolista brutta, tesa e contratta nella prima frazione e invece tosta e grintosa in quella successiva. HC sotto al riposo, 11-13, ma poi capace di prevalere nettamente, subendo appena quattro reti (una negli ultimi 25 minuti): risultato finale, 17-25

Da segnalare il primo gol in maglia verde dell’italo-argentino Cancellieri, arrivato tre settimane fa.

“Sono molto felice, ovviamente, del secondo tempo dei miei ragazzi” commenta alla fine coach Andrea Vultaggio. “Subire quasi niente per un tempo non è cosa di poco conto. Non dobbiamo farci ingannare dalla posizione in classifica di Gaeta: in casa, quando sono al completo, sanno mettere in difficoltà chiunque. Nella ripresa abbiamo avuto una reazione da grande. Dobbiamo solo limare qualche errore di troppo sotto porta. Così potremo guardare con fiducia alle quattro gare che restano, quelle che ci diranno quale sarà il nostro destino”.

La prossima è sabato, al palazzetto di via Colle Gioioso (alle 18.30), contro Chieti, quarta forza del girone. “È un avversario in grado di esprimere un buon gioco, dovremo prestare attenzione. Si torna subito a lavorare, senza pause, per dare continuità ai nostri miglioramenti” conclude coach Vultaggio.

HC, esame con Gaeta

MONTEPRANDONE – Altre cinque partite della stagione regolare e soprattutto cinque squadre in quattro punti. Lotta per la poule promozione accesissima nel girone C di Serie A Bronze, con l’HC Monteprandone in vetta insieme al Team Mascalucia, a quota 14.

Ma la prossima tappa è un’altra di quelle che peserà parecchio, con le due primatiste di scena in trasferta (i verdi domenica alle 18 sul parquet della Polisportiva Gaeta, i catanesi sabato alle 14.30 a Chieti) e la sfida tra Il Giovinetto, al quarto posto dopo il ko del Colle Gioioso, e Noci, terzo.

Monteprandone guarda in casa propria. Gruppo al completo, rinfrancato dall’ultimo successo e però attento a non sottovalutare Gaeta. I prossimi rivali saranno pure penultimi (con 4 punti), ma una delle due vittorie iscritte a referto sono arrivate proprio in casa, peraltro contro un avversario quotato come Il Giovinetto. Dunque, per la squadra di coach Andrea Vultaggio il diktat è antenne dritte, zero distrazioni.

Primo concentramento Under 13

MONTEPRANDONE – Partiti, anche loro. La formazione Under 13 dell’HC Monteprandone ha inaugurato il campionato.

I verdi di coach Raffaele Salladini sono stati inseriti nel girone B, misto. Ieri primo concentramento della stagione, proprio al Colle Gioioso. Questi i risultati: Monteprandone-Camerano 21-28, Camerano femminile-Falconara 37-21, Camerano-Camerano femminile 30-27 e Falconara-Monteprandone 21-30. Prossimo impegno, stessa formula, domenica 11 febbraio a Camerano (dalle 9).

La prima fase del torneo, che prevede due concentramenti e quattro partite singole, si concluderà il 25 febbraio. La seconda fase, entro il 18 maggio, si costituirà di un unico raggruppamento per la determinazione della classifica finale: gare di andata e ritorno e secondo il format del girone all’italiana, in otto concentramenti, in cui ciascuna squadra si porta dietro i soli punteggi acquisiti nelle partite già disputate con le concorrenti dirette provenienti dallo stesso girone (ad esclusione di ogni altro dato) e con le quali non sono previsti incontri.

L’Under 13 maschile con il migliore piazzamento finale è proclamata Campione regionale delle Marche per la categoria di appartenenza. Idem quella femminile. Poi, entro il 2 giugno, le finali per stabilire i Campioni di Area.

Intanto, lasciata alle spalle l’ennesima sosta della stagione, per la prima squadra dell’HC Monteprandone (capolista del girone C di Serie A Bronze insieme al Team Mascalucia) è tempo di pensare al prossimo impegno: domenica, alle 18, match sul campo della Polisportiva Gaeta.  

Vittoria e vetta mantenuta

HC Monteprandone-Il Giovinetto 29-26

MONTEPRANDONE: Mucci, Vagnoni, Mirko Salladini, Evangelisti 7, Di Girolamo 3, Cani, Grilli 6, Capocasa, Tritto, Cuzzi 1, Moreno Salladini 5, Cancellieri, Cocco 2, Takács 4, Romussi 1, Cela. All.: Andrea Vultaggio.

IL GIOVINETTO: Giovanni Marino, Pantaleo 12, Lo Cicero, Antonino Marino 1, Summa 3, Vinci, Bilokapic 4, Mistretta, Asimionesei, Ponticelli, Giacalone, Mannone 5, Tahar 1. All.: Onofrio Fiorino.

Arbitri: Vasile e Tempone.

NOTA: parziale primo tempo, 13-10.

MONTEPRANDONE – Pronto riscatto. C’è il primo successo casalingo del 2024: l’Handball Club Monteprandone cancella il passo falso di Pescara, mantiene la vetta della classifica e tiene a distanza Il Giovinetto, ora a 4 punti dai marchigiani.

Al Colle Gioioso, contro i siciliani dell’ex Pantaleo (topscorer della gara con 12 gol), la squadra di coach Andrea Vultaggio ha saputo far fronte a una situazione complicata. In sintesi: le scorie per il capitombolo del turno precedente, l’emergenza influenza gestita in settimana (Takács su tutti), oltre a Grilli alla prese con una contrattura, e la forza di un avversario (al netto delle condizioni non proprio al massimo del croato Bilokapic) che ha provato a rendere dura la vita ai verdi.

Prestazione non brillantissima per Monteprandone, ma la posta in palio era alta. Insomma: i 2 punti contavano più di ogni cosa, prima peraltro dell’ennesima sosta. HC capace di tenere duro dall’inizio alla fine e di chiudere avanti il primo tempo (13-10). Nella ripresa padroni di casa sempre con un buon margine di vantaggio e finale 29-26.

Coach Vultaggio commenta: “Dopo la prestazione scadente della scorsa settimana a Pescara, di sicuro non era facile. Ma abbiamo avuto una grande reazione. I ragazzi sono stati molto bravi a sfruttare tutti gli errori degli avversari. Ma anche noi avevamo i nostri bei problemi. Insomma siamo stati bravi a fare gruppo e fare una partita badando al sodo”.

Prossimo impegno, domenica 11 febbraio (alle 18), sul campo del Gaeta. “Avremo due settimane per affinare la nostra intesa. Ne abbiamo bisogno alla luce dei due nuovi arrivi di gennaio (l’ungherese Takács e l’italo argentino Cancellieri, ndr). L’importante è che il nostro destino dipenda nuovamente solo da noi, nella rincorsa ai due posti che portano ai playoff” passa e chiude coach Vultaggio.

Sfida cruciale con Il Giovinetto

MONTEPRANDONE – Mantenere la testa della classifica (ancorché in coabitazione con il Team Mascalucia). E soprattutto vincere la sfida che vale una bella fetta di stagione in chiave playoff. L’Handball Club Monteprandone avvicina con grande determinazione il primo appuntamento casalingo del 2024, quello di sabato alle 15 contro Il Giovinetto dell’ex Leonardo Pantaleo, per due anni in maglia verde.

Appuntamento delicato, dopo il ko nell’ultimo turno, a Pescara. E avversario, due punti sotto la vetta, da prendere con le molle. Intanto perché all’andata ha rifilato la prima sconfitta alla squadra di coach Andrea Vultaggio. Non solo. Il Giovinetto ha appena sgambettato il Team Mascalucia. C’è pure la situazione contingente a mettere sull’attenti l’HC, che in settimana sta gestendo l’ennesima emergenza influenza: almeno due le pedine in dubbio, Tritto e l’ungherese Takács, fresco di esordio con Monteprandone.  

Per tutti questi motivi coach Vultaggio si è già appellato al pubblico verde. Serve la spinta del Colle Gioioso (al solito, ingresso gratuito) per provare a riscattare lo scivolone di novembre e respingere l’assalto della formazione di Petrosino.

Qui il quadro completo della 2a giornata di ritorno del girone C di Serie A Bronze.

Monteprandone-Il Giovinetto 27/01 ore 15

Chieti-Altamura 27/01 ore 18

Noci-Pescara 27/01 ore 19

Team Mascalucia-Gaeta 28/01 ore 16